625.000 dollari per ‚Crack‘ Monero, DASH rinuncia allo status di Privacy Coin, CFTC on Tether (USDT), What Happens If?

admin

Giorni fa, la US Commodity and Futures Trading Commission (CFTC), in collaborazione con altri procuratori federali, ha presentato accuse di riciclaggio di denaro contro i proprietari di BitMEX, mentre il CTO della società è stato arrestato in relazione al caso. L’arresto del CTO della società, Samuel Reed, ha inviato le ultime onde d’urto nello spazio cripto.

Questa non era la prima volta che tali onde si sentivano nello spazio cripto come recentemente, l’Internal Revenue Service (IRS) degli Stati Uniti ha offerto una taglia di 625.000 dollari a chiunque fosse in grado di crackare la soluzione a catena Monero e la soluzione a due strati, la rete di fulmini Bitcoin. L’IRS ha anche pubblicizzato un pagamento anticipato di 500.000 dollari, con un ulteriore pagamento di 125.000 dollari basato sulle prestazioni, pagato 8 mesi dopo.

Il 30 settembre, l’IRS ha presentato due campioni del crack Monero, ChainAnalysis e Integra FEC tra 24 candidati.

Monero (XMR), una valuta criptata, sicura e non rintracciabile, focalizzata sulla privacy, lanciata nel 2014, è attualmente scambiata a 103,75 dollari.

625.000 dollari per ‚Crack‘ Monero, What Happens If?

Pawel Kuskowski, CEO di CoinFirm, ha affermato che con l’attuale livello di crittografia, potrebbe essere quasi impossibile ‚crackare‘ Monero, ma ha dichiarato che non deduce che il tracciamento dei beni Monero sia impossibile in modo efficace.

Su ciò che accadrà al valore di Monero se perderà i suoi poteri di privacy, Kuskowski ha affermato la sua convinzione che il valore di XMR è quasi vicino allo zero se il suo aspetto di anonimato viene rimosso.

Dave Jevans, CEO di CipherTrace ha un’opinione leggermente diversa che rintracciare Monero sarà sempre più predittivo che completamente deterministico citando il fatto che il trucco di Monero è molto diverso da quello di Bitcoin.

Egli dà lo scenario più probabile che sia una riduzione iniziale del prezzo se Monero è ‚incrinato‘, tuttavia, Jevans si aspetta che XMR rimbalzi il prezzo una volta che vedrà la quotazione su ulteriori scambi cripto. Un volume di scambi più alto sarà la conseguenza della citazione di un valore Bitcoin superiore a XMR.

Un aspetto conflittuale è che Monero negozia già su un vasto numero di borse valori criptate a causa della sua natura incentrata sulla privacy, mentre XMR è stato anche cancellato dalla lista su alcune borse come Huobi e Bithumb riducendo significativamente il suo volume.

DASH abbandona lo stato di Privacy Coin

Un tempo considerato uno dei beni più importanti del mercato dei prodotti cripto, Dash (DASH) non rientra più in questa categoria, secondo la capogruppo Dash Core Group. Fernando Gutierrez, CMO di Dash Core Group ha recentemente dichiarato quando ha chiesto informazioni sullo status di Dash come moneta della privacy:

„No, Dash è una moneta di pagamento criptata, con una forte attenzione all’usabilità, che include velocità, costo, facilità d’uso e protezione dell’utente attraverso la privacy opzionale“.

Dash è nato nel 2014 come forchetta di Bitcoin. Originariamente chiamato XCoin, prima di passare a Darkcoin, e poi finalmente Dash, si è affermato come un asset incentrato sulla privacy.

Il libro bianco del progetto affermava: „Dash è la prima moneta crittografica incentrata sulla privacy basata sul lavoro di Satoshi Nakamoto [il creatore pseudonimo di Bitcoin]“.

Tuttavia, sebbene dash non sia più incentrato sulla privacy, ha ancora una funzione chiamata PrivateSend, che offre agli utenti la possibilità di un maggiore anonimato. Questo è dovuto al fatto che le monete per la privacy hanno dovuto affrontare un significativo controllo da parte degli organi di governo, come si è visto dalla taglia di 625.000 dollari dell’IRS per il cracking di Monero.

Cosa succede se Tether (USDT) cade su CFTC Caprices?

Un analista ha recentemente richiamato l’attenzione sul fatto che gli organi statunitensi non solo hanno preso di mira BitMEX, ma si sono anche concentrati su Tether e, per relazione, su Bitfinex.

Il crollo di Bitcoin a 3800 dollari ha in parte alluso ai timori di insolvenza di Tether. Tether (USDT) è stato anche il fulcro di un’indagine della CFTC che ha coinvolto la manipolazione dei prezzi di Bitcoin.

L’USDT è ora anche la coppia di trading di base su diversi importanti scambi di criptovalute. Un crollo totale di Tether potrebbe portare ad un crollo totale del mercato dei cripto-criptatori, e del Bitcoin in particolare. Ma cosa succede se?